GIORNATA DI FORMAZIONE PER PSICOMOTRICISTI  domenica 7 aprile 2019


La giornata è stata rivolta agli psicomotricisti
 interessati a lavorare sulla propria capacità di affrontare con serenità ed empatia le famiglie che incontrano nella propria vita professionale.  Ha coinvolto venticinque psicomotricisti, ed è stata caratterizzata da diversi momenti di riflessione e condivisione, utili a favorire un’elaborazione più complessa sul tema dell’accoglienza delle famiglie.

L’alleanza educativa con i genitori aiuta il percorso di crescita del bambino e facilita la comunicazione tra gli adulti. Partendo dal rapporto con la propria famiglia interiore possiamo essere in grado di affrontare con serenità ed empatia le famiglie con cui interagiamo come professionisti.


L’integrazione dei diversi sguardi psicomotorio, psicodrammatico con quello della psicologia sistemica, ha accompagnato il gruppo in una ricerca dinamica e riflessiva, in un’alternanza tra momenti esperienziali e momenti di elaborazione verbale, nei quali la dimensione personale ha arricchito il contributo del gruppo.

La scelta di una conduzione di coppia ha offerto la possibilità di vivere un’esperienza di dialogo tra maschile e femminile, spazio di cura e contenimento, all’interno della dimensione di crescita formativa personale e professionale.

Nella prima parte della giornata il gruppo ha interagito “immergendosi” nel gioco. La condivisione personale dell’esperienza ha contribuito alla conoscenza reciproca ed empatica delle psicomotriciste coinvolte. Il gioco, diventato narrazione finale, ha posto le basi per gli approfondimenti sulla professione condivisi nella seconda parte della giornata. Il pranzo è stato importante non solo per condividere gesti, parole, cibo, ma anche agito come ponte tra i due momenti dell’incontro.

Il pomeriggio “tutte in scena” grazie al contributo dello psicodramma che ha permesso la rappresentazione dei momenti di lavoro quotidiano con le difficoltà ma anche risorse e temi comuni che caratterizzano il nostro tempo. Ironia, commozione, ascolto, elaborazione, sostegno, condivisione delle difficoltà hanno caratterizzano le nostre rappresentazioni.

Partendo dal gioco, attraversando la narrazione e rappresentando con un disegno la nostra famiglia interiore, drammatizzando i momenti professionali, abbiamo potuto condividere e riflettere su bisogni, potenzialità e risorse.

I momenti di formazione ci hanno aiutato non solo come professioniste, ma in particolare anche come persone.

I FORMATORI  

 

Andrea Giammarco

Psicologo, Psicoterapeuta Familiare, Psicomotricista Relazionale, formatore per l’associazione Muovimente di Bologna e per l’IIPR di Mestre. Nel suo percorso formativo e lavorativo ha cercato di armonizzare e integrare l’approccio sistemico familiare con quello psicomotorio, sottolineando l’importanza del gioco del bambino come porta di ingresso nel mondo emotivo familiare. Da anni si interessa della trasmissione intergenerazionale del trauma e del suo collegamento con i sintomi del singolo all’interno della famiglia.

 

Luisa Formenti

Psicopedagogista e Psicomotricista. Da anni lavora con le famiglie in ambito scolastico e nella consulenza riguardante bambini con difficoltà evolutive. Integra nella sua formazione l’approccio psicopedagogico con la formazione in psicodramma classico moreniano, che applica in particolare nella formazione con gli adulti. Con Andrea Giammarco ha lavorato prima con le famiglie, in ambito riabilitativo, poi in ambito formativo, integrando nella conduzione dei gruppi, le due conduzioni: maschile e femminile.

 

Ringraziamo l’amministrazione comunale per la gentile ospitalità

presso l’Aula Polivalente del Complesso Scolastico Parco Grosso

Per eventuali informazioni

scrivere o telefonare a Emilia Manzo ‭346 0856235 emiliaromagna@anupieducazione.it

 

ANUPI Educazione Emilia Romagna 

Centro Documentazione e Formazione Psicomotoria Via Libia 53 Bologna