Milano – 2 febbraio 2013

Pubblicato il

Presenti: Andrea Bonifacio, Eugenio Ghillani, Giulio Magnani, Anton Maria Chiossone, Annalisa Zacchetti, Luisa Formenti

1) POSIZIONE ASSOCIATIVA ATTUALE

Gli sviluppi politici che si sono verificati nel mese di dicembre, con l’approvazione della legge sulle professioni non regolamentate per il versante socio educativo, e la presentazione della nostra documentazione presso il Ministero della Salute in risposta al decreto sulla rappresentatività  per la professione  sanitaria del TNPEE, hanno dato immediata ragione alla nostra scelta del 24 novembre in Assemblea Nazionale di articolare in modo autonomo e chiaro i due campi  di intervento dei nostri associati: due associazioni, una per l’area sanitaria e una per l’area educativa.

In questo momento siamo certamente in mezzo al guado, soprattutto perché all’azione del governo è mancato il coraggio di completare il quadro normativo e di porre fine all’attesa ormai decennale per l’emanazione della legge sugli ordini professionali per le professioni sanitarie.

La scelta di rispondere solo ad una parte del mondo professionale, quello non regolamentato, e di lasciare cadere il  provvedimento sugli Ordini, fondamentale per la  tutela della  salute e degli interessi  dei cittadini nel campo della salute, crea una situazione di potenziale confusione per l’utenza e rischia di aprire  prospettive  di potenziale conflittualità tra le forza in campo.

Le due realtà associative ANUPI, unite da un profondo interesse e da una storia comune, avranno il compito di muoversi con molta attenzione nei due diversi campi, supportando i soci, tutelandoli nei diversi campi di intervento, svolgendo un ruolo di chiarificazione senza prendere posizioni azzardate,ma sempre vagliando con rigore ciò che il dettato ministeriale impone ai singoli soggetti.

A questo proposito ogni azione politica sarà comunicata nel più breve tempo possibile sia a livello regionale che nazionale, sul sito e attraverso le newsletters.

Allo stesso tempo chiediamo ai soci di informarci sempre di ogni situazione, con la stessa tempestività, in modo che si possa agire di conseguenza, tenendo maggiormente monitorato il territorio.

E’ fondamentale il ruolo di rappresentanza e tutela culturale e professionale:

  • Definire dettagliatamente le azioni e i compiti dei rappresentanti regionali.
  • Essere interlocutori attendibili con le istituzioni.
  • Fare una precisa analisi dei bisogni professionali rispetto alle due figure professionali.

E’ fondamentale che in ogni regione si costituiscano aree di azione progettuale specifiche che operando in diretta collaborazione con il Direttivo Nazionale possano divenire riferimento anche per altre regioni.

E’ importante definire dove incanalare le energie presenti e come individuare e attrarre nuove collaborazioni.

Creare delle giornate di formazione per i Direttivi Regionali, relativamente alla formazione libero professionale e individuare un referente nazionale sul tema (Giulio Santiani).

 

3) NUOVE ISCRIZIONI

Concludere la preparazione dei moduli di iscrizione.

Preparare la newsletter sulle iscrizioni per tutti i soci.

Scrivere una newsletter sulla nuova legge.

Definire una procedura precisa per l’analisi delle nuove domande.

Definire la data per l’esame di ingresso al Registro Professionale di ANUPI Educazione

 

4) PATRIMONIO ANUPI:

Rendere più analitico il Bilancio nazionale suddividendolo in sottocapitoli maggiormente differenziati.

Fare accedere le quote di iscrizione di questo anno di transizione ad un unico conto, quello di iscrizioni 2013, per poi passare le quote sui due differenti conti, in modo da facilitare i soci nei versamenti.

Documentare le spese avvenute nel 2012 e su queste ragionare per il futuro utilizzo, dopo aver verificato anche gli ingressi delle quote di quest’anno.

Fare una suddivisione del patrimonio più avanti, nel corso del 2013, trovando i criteri più corretti

Ogni richiesta di rimborso oltre alla normale documentazione di appoggio sarà accompagnata da lettera di incarico del presidente nazionale. Valutare il discorso del gettone di presenza.

 

1) L’ennesimo rinvio della legge sugli ordini professionali ha di fatto portato il CONAPS a intraprendere una strada di maggiore criticità nei confronti delle istituzioni.

A questo proposito nel corso delle settimane che precedono la consultazione elettorale, saranno attivate una serie di iniziative per sollecitare le forze politiche a mantenere gli impegni presi ormai da anni. Sarà presentato un vero e proprio manifesto sul “futuro che ci aspettiamo” a cui ANUPI aderirà con forza e impegno.

 

2) SINDACATO SPIF (Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti) fondato da Cartisano, si è espanso in questi anni, diventando un interlocutore dei professionisti e delle istituzione per quelle aree che non sono di competenza delle associazioni. Lo SPIF, ha invitato le Associazioni delle Professionisti Sanitarie della Riabilitazione a un momento di presentazione della loro offerta sindacale, che probabilmente intendono estendere a tutti i lavoratori della Riabilitazione, il 20 febbraio 2012.

Eugenio Ghillani andrà alla riunione, insieme a Lucia Scarpellini, Coordinatrice della Sezione Regionale Lazio, dato che è importante comprendere l’utilità di questa proposta, anche a fronte di situazioni lavorative spesso difficili, vissute anche da molti colleghi che lavorano come TNPEE.

 

3) CONAPS ci sarà un nuovo incontro, il 9  marzo, al quale parteciperanno Andrea Bonifacio e Giulio Santiani, punto di riferimento nazionale per il CONAPS, che già da anni segue questo ambito.

 

 

 

1) COLAP Viene incaricato come rappresentante ANUPI per l’incontro che si svolgerà a inizio febbraio a Sabaudia  A.M. Chiossone, Vicepresidente di ANUPI Educazione.

 

2) RAPPORTO CON SCUOLE DI PSICOMOTRICITÀ INTERESSATE A COLLEGARSI A ANUPI

Abbiamo ricevuto la domanda di riconoscimento da parte di alcune scuole e intendiamo incontrarle al più presto per stabilire con loro un’alleanza precisa su alcuni elementi:

  • I contenuti presentati nelle scuole di psicomotricità.
  • L’accordo rispetto alla scelte di ANUPI e di ANUPI Educazione.
  • Concordare congiuntamente le diverse tipologie di proposta di formazione.

 

3) VALUTAZIONE DEI NUOVI INGRESSI

E’ necessario creare commissioni di esame nei luoghi stessi dove si svolge l’esame di ammissione.

Quando fare il primo esame?  Si prospetta il Maggio 2013.

Il referente per l’analisi delle domande è il Vicepresidente di ANUPI Educazione, Anton Maria Chiossone, come responsabile del Registro Professionale, coadiuvato dalla segretaria di ANUPI Educazione, Luisa Formenti.

Il pomeriggio del 16 febbraio ci incontriamo a Bologna, in occasione della riunione per il Master in Educazione e prevenzione, per continuare i lavori di progettazione rispetto a ANUPI Educazione

(Bonifacio, Chiossone, Formenti)

 

DELIBERE FINALI

Delibera 1Proroga Di Contratto a Progetto Segreteria Nazionale Iscritti

Il Direttivo Delibera la proroga di contratto a progetto per la Sig.ra Pesavento Erica nata ad Asiago il 26/12/81 e residente ad Asiago Via Dante Alighieri 62.

C.F. PSVRCE81T66A465K.

 

Delibera 2Sede Presidenza Nazionale

Definizione di un contributo di 250 € mensile, a partire da ottobre 2011 per la sede della Presidenza Nazionale in Corso Vittorio Emanuele 649 80121 Napoli.

 

Delibera 3Patrimonio Associativo e Iscrizioni

Ogni Associazione deve avere un conto corrente, corrispondente alle due Associazioni

Per il corrente anno 2013 le quote di iscrizione confluiranno nel conto corrente

ANUPI  IT 27 W02008 60169 000004974658.

 

Delibera 4Incarichi Di Rappresentanza

Gli incarichi di rappresentanza ufficiale dell’Associazione saranno conferiti con lettera di incarico del Presidente.

 

Verbale a cura della Segreteria Nazionale: Luisa Formenti