COMUNICATO 21 MARZO

Pubblicato il

EMERGENZA CORONAVIRUS

 

Cari colleghi,

con questa comunicazione continuiamo il nostro impegno nell’esservi accanto, in questo momento così difficile, che ci chiede una riorganizzazione personale e sociale profonda, ma anche una nuova forza per riaggiornare il ruolo e le potenzialità della nostra professione.

Come Direttivo di ANUPI Educazione stiamo lavorando a due livelli

  • con un lavoro all’interno della dimensione più ampia del COLAP, affinchè le posizioni dei professionisti vengano ben sostenute attraverso le misure attuate con i decreti che man mano vengono emanati dal governo.
  • con un primo livello di esame di questi decreti per quella parte che strettamente riguarda quelle che sono le principali posizioni lavorative dei nostri soci: liberi professionisti con partita iva, lavoratori autonomi in strutture educative, lavoratori autonomi in strutture sportive, considerando che per chi è dipendente il riferimento è ovviamente il datore di lavoro.

Questo ultimo decreto del 17 marzo è solo l’ultimo di una serie di provvedimenti che hanno ottenuto il via libera dell’esecutivo negli ultimi giorni: dal 21 febbraio al 9 marzo sono stati adottati dal governo 17 atti tra Dl (Decreti legge), Dpcm (Decreti del Presidente del Consiglio) e ordinanze. Il “Cura Italia” – il quinto decreto legge della serie – è dunque solo l’ultimo atto e altri ne seguiranno, ragion per cui il nostro compito come associazione è quello di dare i primi input, segnalare alcune occasioni o criticità che ci possono riguardare.

Spetterà poi al singolo socio coordinarsi con il proprio referente fiscale e svolgere le verifiche e le successive pratiche necessarie ad ottenere i contributi e gli sgravi previsti dai decreti, nel caso ne abbia diritto. Come strategia vi consigliamo la consultazione dei giornali, anche via internet: sono molto chiari e aggiornati (soprattutto il Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore).

L’erogazione di molti dei contributi presenti in questi decreti è delegata all’INPS, che ancora sta elaborando le procedure; si raccomanda perciò di consultare quotidianamente il sito per una corretta e tempestiva informazione; raccomandiamo di controllare il possesso e il buon funzionamento del PIN personale indispensabile per effettuare qualsiasi operazione, altrimenti di richiederlo quanto prima: in queste operazioni la tempestività è fondamentale e, come vedremo, indispensabile.

Tra le moltissime disposizioni emanate dall’ultimo decreto, ecco in evidenza alcuni punti che possono riguardarci:

art. 23 – (…) i genitori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata … hanno diritto a fruire di uno specifico congedo …  o corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-setting nel limite massimo di 600 € … Le modalità operative per accedere al congedo ovvero al bonus sono stabilite dall’INPS. Qualora dal monitoraggio emerga il superamento del limite di spesa, l’INPS procede al rigetto delle domande presentate.

art. 27 – (…) ai liberi professionisti titolari di partita iva … è riconosciuta una indennità per il mese di marzo pari a 600 €. L’indennità di cui al presente articolo è erogata dall’INPS, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 203,4 milioni di euro per l’anno 2020. L’INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al Ministero dell’economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, non sono adottati altri provvedimenti concessori.

Art. 28(Indennità lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago)

  1. Ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago (assicurazione generale obbligatoria – Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti FPLD e Gestioni speciali dei lavoratori autonomi), non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della Gestione separata … è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro.
  2. L’indennità di cui al presente articolo è erogata dall’INPS, previa domanda, nel limite di spesa

complessivo di 2.160 milioni di euro per l’anno 2020. L’INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al ministero dell’economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, non sono adottati altri provvedimenti concessori.

Art.96 – (Indennità collaboratori sportivi)

  1. L’indennità di cui all’articolo 27 è riconosciuta da Sport e Salute S.p.A., nel limite massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020, anche in relazione ai rapporti di collaborazione presso federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, società e associazioni sportive dilettantistiche,
  2. Per le finalità di cui al comma 1 le risorse trasferite a Sport e Salute S.p.a. sono incrementate di 50 milioni di euro per l’anno 2020.

Inseriamo link alla gazzetta ufficiale:

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/17/20G00034/sg

Inseriamo anche la white list riguardante la sospensione dei contributi  white list

Speriamo con questa informativa di esservi stati d’aiuto con questo contributo di messa a fuoco delle disposizioni governative che possono riguardarci in questo difficile passaggio professionale, restiamo comunque disponibili per chiarimenti sull’attuale decreto e sulle provvidenze che saranno rese disponibili nel futuro. Con l’augurio che la situazione emergenziale si stabilizzi e si avvii ad uno sbocco in tempi che non risultino troppo onerosi per tutti, vi inviamo un cordiale saluto di vicinanza.

A disposizione per eventuali chiarimenti

Padova, 21 marzo 2020

Il Tesoriere: Renzo Sanavia Il Presidente: Anton Maria Chiossone
tesoriere@anupieducazione.it presidente@anupieducazione.it

www.anupieducazione.it

Associazione Nazionale Unitaria Psicomotricisti Italiani

Discesa a San Nicolosio, 11/11    16124 Genova