Bologna 3 luglio 2013

Pubblicato il

Presenti: Andrea Bonifacio, Giulio Santiani, Annalisa Zacchetti, Giulio Magnani, Luisa Formenti

AGGIORNAMENTI RELATIVI AGLI ULTIMI MESI

Nel mese di maggio si è svolta la riunione dei Coordinatori de Corsi di Laurea per TNPEE volta a verificare la presenza dei requisiti per i diversi corsi di laurea rispetto alle nuove richieste del Miur. I Corsi di Laurea hanno una solida struttura di insegnamento e la qualità certamente tiene, è la professione che deve essere maggiormente rinforzata e riconosciuta. Tutti i Coordinatori si sono espressi per dare continuità alla professione. Sono presenti in Italia 14 sedi e 16 corsi di Laurea.

 Riconoscimento della rappresentatività ANUPI. Gli elenchi presentati al Ministero da parte dell’Associazione sono state verificati attraverso l’analisi di un campione : è stata richiesta alla Segreteria Nazionale ANUPI una documentazione dell’avvenuto pagamento delle quote da parte di dieci soci iscritti nell’anno 2011. Sono stati anche richiesti una serie di documenti per controllare la regolarità delle iscrizioni. Nove iscritti, su dieci controllati, si sono verificati tutti regolari, una media molto alta.

L’Incontro CONAPS e Osservatorio delle Professioni Sanitarie, svoltosi a Romaha visto una posizione piuttosto conflittuale da parte dei rappresentanti del Ministero. E’ stato quindi richiesto, da parte del Presidente del CONAPS un incontro col Ministro, per chiarire l’attuale posizione del ministero rispetto alle Professioni Sanitarie e al loro riconoscimento.

Da parte del Ministero è stata richiesto alle Associazioni delle Professioni Sanitarie di proporre dei Master professionalizzanti. La richiesta è avvenuta in modo ancora poco definito, senza accordi precisi di riferimento, creando sostanzialmente una situazione difficilmente gestibile e 170 proposte di master, chiaramente non realizzabili.

Equivalenza: stanno concludendo l’esame delle professioni tecniche, fra poco tocca anche alla Riabilitazione e quindi anche all’esame delle domande relative al nostro profilo professionale.

Si sta riflettendo sull’opportunità di creare una Federazione delle Associazioni dei TNPEE. AITNE ultimamente si è rinvigorita, ha consolidato il numero dei soci e sta attendendo il riconoscimento di rappresentatività; è chiaro che federandoci potremmo essere più forti rispetto al Ministero e nell’affermazione della nostra figura professionale.

Convegno di Roma “Salute mentale in età evolutiva e scuola” Il punto centrale del Convegno è stata larichiesta di una legge per la Regione Lazio, che articoli e riconosca chiaramente il ruolo preventivo della Neuropsichiatria Infantile rispetto al mondo educativo e scolastico. Il convegno era arricchito anche dalla presenza dal mondo Universitario di alcune regioni del nord (veneto e trentino). Importante è stata l’affermazione del ruolo del TNPEE come terapista specifico che la Neuropsichiatria Infantile propone per le problematiche evolutive dell’infanzia.

SPIF. Incontro svoltosi il 18 maggio con la presenza di Giulio Magnani, in rappresentanza di ANUPI. Lo SPIF ha attivato un patronato sindacale, più un’assicurazione fornita ai soci, anche per acquisire nuovi soci nell’area sanitaria. Stanno cercando di coinvolgere un numero più ampio di iscritti, in modo da avere i numeri minimi per la rappresentatività, secondo i nuovi accordi col Ministero (il 5% minimo). Il Direttivo decide di mantenere una posizione di equidistanza rispetto alle diverse rappresentanze sindacali, lasciando a ogni socio la scelta delle persone da cui farsi rappresentare nell’ambito del proprio lavoro.  Nel mese di giugno è stato infatti realizzato un accordo tra CGIL CISL UIL e il Ministero del Lavoro per controllare la rappresentanza, mettendo una quantità minima di rappresentanza al 5% per sedersi al tavolo delle trattative decentrate.

 

ANUPI Educazione

Report sull’incontro con le Scuole di Psicomotricità realizzatosi il 22 giugno, nel quale abbiamo potuto verificare una buona dimensione di collaborazione e di confronto, sia rispetto alla nuova legge per le libere professioni, che rispetto alle linee di indirizzo date alle scuole, per poter fornire un quadro uniforme di 2400 ore, a garanzia di un’alta qualità formativa degli Psicomotricisti, che dal 2014 dovranno avere necessariamente la laurea, per essere riconosciuti dall’Associazione. Le scuole sono interessate a collegarsi ai nostri criteri generali, in modo da garantire ai propri soci la possibilità di essere riconosciuti dall’Associazione.

Il Direttivo approva un accordo di transizione per quegli studenti senza laurea, che nel dicembre 2012 erano già iscritti a una scuola di Psicomotricità, ai quali viene riconosciuto il diritto di concludere il proprio percorso ed essere accolti dall’Associazione a fine percorso.

Si richiede quindi l’invio da parte delle scuole dell’elenco delle persone in formazione che sono sprovviste di laurea e che vengono accolte in questa fase come studenti. Si chiarisce però che i prossimi iscritti ai corsi biennali e/o triennali, se vogliono diventare Psicomotricisti riconosciuti da ANUPI, dovranno essere in possesso di Laurea.

Report esame nuovi soci: sono entrate 44 persone con l’ultimo esame e i risultati delle valutazioni sono stati in genere piuttosto alti. E’ necessario essere più rigorosi durante l’esame, perché le persone tendono a prendersi un po’ di libertà. Per questo è stato stilato un regolamento, che verrà pubblicato sul sito e presentato prima dell’esame prossimo, per garantire maggiore rigore nelle procedure.

Iscrizioni nuove: vi sono persone che devono fare il completamento del percorso formativo e quindi possono entrare nell’associazione come studenti; è stato fatto un accordo con le scuole perché sostengano il completamento del percorso degli studenti che hanno solo un annuale.

Si delibera che i soci ordinari TNPEE ANUPI che vogliono entrare in ANUPI Educazione avendo tutti i requisiti necessari per essere riconosciuti come Psicomotricisti, non devono fare l’esame d’ingresso al Registro Professionale, perché già soci ordinari ANUPI.

I soci diplomatisi prima del 1999 che lavorano in campo riabilitativo e in attesa di equivalenza, dovranno per ora restare in ANUPI Educazione; andrà definita meglio nel profilo una specifica area di intervento, come quella del “supporto allo sviluppo per le persone con quadro di disabilità”. Dovremmo completare il profilo professionale degli psicomotricisti definendo però anche gli atti che il professionista può fare. Va fatto un percorso specifico sul tema. C’è anche da completare la stesura del volantino di presentazione degli Psicomotricisti.

Registro Professionale: bisogna sviluppare sul sito una maggiore pubblicizzazione dell’elenco dei soci psicomotricisti. Si decidere di lavorare per l’attivazione degli Attestati di competenza degli Psicomotricisti iscritti al Registro Professionale.

Le NUOVE TESSERE ANUPI e ANUPI Educazione 2013 sono in preparazione.

REPORT COLAP: Il COLAP sta completando il suo percorso di rifondazione. E’ stato approvato il nuovo Statuto ed è stato eletto il nuovo Direttore: la Dott.ssa Alessandrucci. A breve ci incontreremo per affrontare il tema dell’iscrizione dell’Associazione al Registro del Ministero dello Sviluppo e avviare il percorso della definizione della normativa UNI, percorso che potremo però affrontare solo una volta che avremo definito con maggiore completezza e precisione il profilo dello Psicomotricista, tenendo peraltro conto della presenza di altre Associazioni con le quali dovremo trovare un accordo di intenti.

ASSEMBLEE REGIONALI:

Report sulle assemblee di Piemonte e Sicilia In entrambe le assemblee il numero delle presenze era molto basso. Erano presenti generalmente solo persone molto vicine ai quadri regionali o in ogni caso già impegnate negli ultimi anni nell’area dell’Associazione. Gli altri soci ormai tendono a restare a guardare i cambiamenti da lontano e non sentono il bisogno di condividere direttamente le scelte seguono le notizie Associative a distanza e poi fanno le loro scelte personali. Il sito viene considerato come un canale di espletamento delle funzioni associative di informazione.  Si è verificata in diverse sedi la richiesta di ricevere il supporto di esperti rispetto alla gestione della professione, dalle cose più semplici a quelle più complesse.

Piemonte: presenza di5 esterni, oltre ai rappresentanti regionali. Rispetto alle problematiche interne alla Sezione Regionale, sono stati delegati due membri del Direttivo Nazionale, Giulio Magnani e Luisa Formenti, a esaminare la situazione con il Direttivo Regionale, attraverso un incontro diretto, da svolgersi entro il mese di luglio.

Sicilia: erano presenti4 soci oltre ai rappresentanti regionali. Grande il problema del riconoscimento economico dei colleghi, che vengono pagati molto poco, circa 7 € l’ora. In Sicilia la Formazione ECM è del tutto coperta dai Centri professionali.

 

COMUNICAZIONE E DOCUMENTAZIONE

Rivista La Redazione si vede lunedì per fare le ultime valutazioni rispetto alla situazione in atto. Attendiamo le loro scelte per vedere cosa fare come Direttivo e verificare se abbiamo alternative da proporre. Riceviamo da Erickson 1000 € l’anno di diritti d’autore, quindi circa 1000 numeri in più vengono venduti, oltre al numero dei soci, ma abbiamo un costo annuale di 11.000 € per la stampa della Rivista, che non è cosa da poco.

Erickson Bonifacio sentirà la Dott.ssa Dalla Zuanna per fare una valutazione rispetto all’esperienza pregressa e alle prospettive future di collaborazione: Congresso, Convegni, Libri e Rivista.

Problematiche internet: negli ultimi mesi si sono verificati alcuni comportamenti diffamatori, decidiamo per il momento di soprassedere, per evitare di caricare ulteriormente la situazione. Se fosse poi necessario passare alle vie legali, perché le persone continuano a provocare, si decide per la querela, che può essere fatta sia come Associazione sia come singola persona diffamata. Ha detto l’avvocato che sono utili anche più querele, per poter essere più incisivi.

 

IMPEGNI FUTURI

 

ASSOCIAZIONE

Si programma un Consiglio Nazionale con i Coordinatori regionali, nel secondo WE di settembre, per decidere i passaggi politico-organizzativi dei prossimi mesi, preparare l’Assemblea Nazionale e la rielezione dei nuovi Direttivi, ma anche per decidere cosa fare di ANUPI Formazione.

 

FORMAZIONE

Giornate italo-francesi. La progettazione delle giornate è già molto avanti, buono il livello di coinvolgimento delle sedi universitarie milanesi e dei colleghi francesi, che già hanno garantito la loro presenza. Sono state richieste diverse proposte economiche ad alcuni provider. Si propone di coinvolgere le case di produzione di materiali psicomotori e di ricercare degli sponsor.

Formazione scrittura: ci chiediamo se mettere insieme psicomotricisti e TNPEE a riflettere sulla professione è la cosa più opportuna in questo momento, dato che siamo in una fase in cui è più utile lavorare in particolare sulla precisazione dell’identità professionale di ciascuno.

La proposta può essere ripensata come parte del percorso necessario per fare il punto sulla professione dello Psicomotricista e per definire meglio ANUPI Educazione, ma anche come strumento per elaborare il profilo professionale.

Prendiamo quindi la proposta come base per un lavoro da preparare insieme alla Dott.ssa Longoni e a Eugenio Ghillani, in vista del Congresso di ANUPI Educazione.

Formazione nazionale TNPEE partirà a novembre con Ambrosini, sui disturbi minori del movimento, in alcune città italiane.

La Formazione Permanente sta valutando se continuare la sua proposta, come integrazione professionale formativa per chi ha un percorso incompleto o un Master in Psicomotricità e deve arrivare alle 2400 per entrare nel Registro ANUPI.

ANUPI Educazione dà la propria disponibilità a patrocinare il corso.

Il Centro di Documentazione di Bologna attiverà la propria promozione per la raccolta di documentazioni e informazioni e per il potenziamento della rete professionale, in connessione con il sito nuovo, che farà la parte pubblicitaria.

ANUPI e ANUPI FORMAZIONE hanno alcune convenzioni da rinnovare a breve:

  • Comune Bologna, per supporto al Progetto A.G.I.O.
  • Quartiere San Vitale, di Bologna, per ospitare il Centro di Documentazione e Formazione.
  • Comune di Genova, per realizzare la formazione degli educatori.

 

COMUNICAZIONE

SITO Viene presentata l’innovazione del sito, con la differenziazione delle parti dedicate alle due Associazioni e alla documentazione relativa, mantenendo come elementi unitari la Storia dell’Associazione e gli Organi associativi.

Si verificano quindi le proposte di template per il nuovo sito, cercando di realizzare due sezioni differenti e differenziate per le due Associazioni professionali.

PAGINE FACEBOOK Abbiamo attivato il collegamento tra il sito e i diversi network, questo dà la possibilità di un costante passaggio di informazioni dal sito a facebook, mettendo tutte le ultime informazioni. Viene richiesto dal Direttivo di inserire anche le informazioni storiche. C’è una ricezione ogni giorno di nuove proposte di amicizia: media di 5 richieste al giorno, attualmente più di 800 contatti. Chiedo ai colleghi di considerare in ogni caso l’invio di nuove informazioni da postare con costanza su facebook, in modo da partecipare in più persone al suo aggiornamento

 

Bologna 4 luglio 2013            Segreteria del Direttivo Nazionale Unitario ANUPI  Luisa Formenti