REGOLE COVID Emilia Romagna

Pubblicato il

LINEE GUIDA REGIONALI

Inseriamo nella pagina i documenti ufficiali che possono orientare il nostro lavoro per la progressiva riapertura delle attività, a seconda della tipologia di intervento e del contesto in cui operiamo


 

LINEE GUIDA per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive

SCOPO E PRINCIPI GENERALI  page2image9380288

Le presenti schede tecniche contengono indirizzi operativi specifici validi per i singoli settori di attività, finalizzati a fornire uno strumento sintetico e immediato di applicazione delle misure di prevenzione e contenimento di carattere generale, per sostenere un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con la tutela della salute di utenti e lavoratori.

In particolare, in ogni scheda sono integrate le diverse misure di prevenzione e contenimento riconosciute a livello scientifico per contrastare la diffusione del contagio, tra le quali: norme comportamentali, distanziamento sociale e contact tracing.

Le indicazioni in esse contenute si pongono inoltre in continuità con le indicazioni di livello nazionale, in particolare con il protocollo condiviso tra le parti sociali approvato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020, nonché con i criteri guida generali di cui ai documenti tecnici prodotti da INAIL e Istituto Superiore di Sanità con il principale obiettivo di ridurre il rischio di contagio per i singoli e per la collettività in tutti i settori produttivi ed economici.

In tale contesto, il sistema aziendale della prevenzione consolidatosi nel tempo secondo l’architettura prevista dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 costituisce la cornice naturale per supportare la gestione integrata del rischio connesso all’attuale pandemia. In ogni caso, solo la partecipazione consapevole e attiva di ogni singolo utente e lavoratore, con pieno senso di responsabilità, potrà risultare determinante, non solo per lo specifico contesto aziendale, ma anche per la collettività.

Infine, è opportuno che le indicazioni operative di cui al presente documento, eventualmente integrate con soluzioni di efficacia superiore, siano adattate ad ogni singola organizzazione, individuando le misure più efficaci in relazione ad ogni singolo contesto locale e le procedure/istruzioni operative per mettere in atto dette misure. Tali procedure/istruzioni operative possono coincidere con procedure/istruzioni operative già adottate, purché opportunamente integrate, così come possono costituire un addendum connesso al contesto emergenziale del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Resta inteso che in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico le misure indicate potranno essere rimodulate, anche in senso più restrittivo.

Le schede attualmente pubblicate saranno eventualmente integrate con le schede relative a ulteriori settori di attività.

Linee Guida Conferenza Regioni – aggiornamento 25 maggio


PROTOCOLLO PER I CENTRI ESTIVI

EMILIA ROMAGNA

PROTOCOLLO REGIONALE PER ATTIVITÀ LUDICO-RICREATIVE – CENTRI ESTIVI – PER I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI DAI3AI17ANNI

Premessa

L’obiettivo del presente Protocollo, approvato ai sensi dell’art.1 lettera c) decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 82 del 17/5/2020, è fornire indicazioni operative, omogenee sul territorio regionale, finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento da adottare per contrastare l’epidemia di Covid 19, in relazione alla possibile apertura delle attività dei centri estivi a decorrere dall’8 giugno 2020.

È facoltà dei genitori dei bambini frequentanti la scuola dell’infanzia (non essendo scuola dell’obbligo), valutare l’eventuale iscrizione al centro estivo anche nel mese di giugno …


PROTOCOLLO PALESTRE

L’obiettivo del presente protocollo è fornire linee guida e indicazioni operative, omogenee sul territorio regionale, finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento da adottare per contrastare l’epidemia di COVID-19 all’interno delle palestre, in funzione dell’avvio della cd. Fase 2 di riapertura delle strutture e delle attività dopo il lock-down, con l’obiettivo di tutelare la salute dei clienti, degli operatori e dei collaboratori.

Si evidenzia altresì l’importanza della responsabilità individuale da parte dei fruitori e dei clienti delle palestre nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di sicurezza e prevenzione e, a tal fine, l’esigenza di una adeguata informazione rivolta a tutti…

protocollo-regionale-PALESTRE


MATERIALI PER LA RIPARTENZA

settembre 2020

In alcune delle precedenti note dedicate alla “ripartenza” della scuola – in particolare la 6 e la 7 – sono state svolte sintetiche analisi del rischio psicologico e pedagogico-didattico conseguente alla pandemia COVID-19. Con la presente, si affronta il compito centrale del “fare scuola”: realizzare percorsi di istruzione con modalità educative, percorsi per quanto possibile adeguati alle mutate condizioni di vita, di lavoro, di socialità, di salute. Ciò sia sviluppando le possibilità offerte dalle innovazioni pedagogiche e didattiche più recenti, sia recuperando intuizioni pedagogiche e didattiche che, seppur consolidate, non sempre sono adeguatamente diffuse. Opponendo la tenace ricerca di miglioramento alla consolatoria ripetizione del conosciuto, che per sua natura contrasta il cambiamento.

http://PROT-2020-set-1-ripartenza-18-scuola-aperta


ORDINANZA REGIONE Emilia Romagna

12 novembre 2020

Allo scopo di contenere e contrastare il diffondersi del virus COVID – 19, dal giorno 14 novembre 2020 e fino al 3 dicembre 2020, su tutto il territorio regionale si applicano le seguenti misure

Vai all’ordinanza:

Ordinanza Regionale 12 novembre