Presentazione

ANUPI Educazione Emilia Romagna

ANUPI Educazione Emilia Romagna nasce nel 2015, dopo 19 anni di storia di ANUPI Emilia Romagna, Sezione Regionale dell’ ANUPI, l’Associazione Nazionale Unitaria Psicomotricisti Italiani, che ha operato intensamente sul territorio regionale, in particolar modo a livello educativo e preventivo.


2020

Il 2020 è stato un anno particolarmente difficile e il Coordinamento Regionale si è dedicato in particolare ad affrontare la situazione del lockdown, realizzando alcuni momenti di incontro tra i soci dell’Emilia Romagna, per favorire il confronto su quali modalità fosse importante attivare, per rispondere all’emergenza Covid e per riprendere il lavoro in sicurezza .

E’ nato il Gruppo Comunicazione ANUPI Educazione, composto Laura Brandazza, Margherita Cardellini, Francesca Poggiali e Luisa Formenti, con l’intento di sviluppare la comunicazione tra i soci e la visibilità della professione sul territorio regionale.

Il gruppo ha creato uno strumento informativo per sostenere i soci in questo periodo così difficile una sorta di presentazione delle diverse funzioni e dei campi di intervento della psicomotrcità.

Ripartiamo!

PDF del nostro manifesto

https://www.facebook.com/watch/?v=650132402308387&extid=CKCUvyeoSBjLu84t

 


II° INCONTRO REGIONALE IN ZOOM

Abbiamo realizzato un momento di incontro tra gli associati, per integrare le diverse riflessioni sul nuovo periodo e condividere punti di riferimento e proposte progettuali, per affrontare a testa alta il cambiamento della riapertura delle attività di settembre 2020.


I° INCONTRO REGIONALE IN ZOOM

Incontro e confronto tra gli Psicomotricisti dell’Emilia Romagna, sulle criticità e sulle possibilità mai prima d’ora sperimentate nella nostra professione, per cercare di affrontare le estreme difficoltà dovute all’Emergenza Coronavirus, valorizzando la nostra ricchezza professionale.

 


LA NOMINA DELLA NUOVA COORDINATRICE REGIONALE 

Nell’aprile 2020, a seguito delle dimissioni di Emilia Manzo e Marcella Ortali, il Presidente ANUPI Educazione ha nominato Lucia Petroni nuova Coordinatrice Regionale ANUPI Educazione Emilia Romagna.

 


Erickson – La Qualità dell’integrazione 2019

PSICOMOTRICITA’ E PEDAGOGIA DEL GIOCO

Dal lavoro con i Bambini alla formazione degli adulti                                                                       Relazione del Coordinamento Regionale ANUPI Educazione Emilia Romagna                                                   

Nello sviluppo del bambino il gioco psicomotorio e la narrazione sono, più che un passatempo, un luogo di vera e propria scoperta e sperimentazione di se stessi e del loro mondo interiore. Diventa essenziale, quindi, che educatori e insegnanti, nel pieno rispetto di quello che è il canale privilegiato di crescita e conoscenza del bambino, si prendano il tempo per riflettere e comprendere al meglio uno strumento di tale valore, non solo attraverso lo sguardo e l’ascolto, ma anche attraverso un coinvolgimento diretto in un progetto formativo di pedagogia psicomotoria, dove l’esperienza corporea diretta, possa produrre consapevolezza di sé e quindi competenza professionale.

La relazione nella sua complessità, insieme allo spazio e al tempo, sono strumenti professionali in tutti i mestieri educativi e di aiuto; elaborare le proprie proiezioni, liberando uno spazio mentale e di pensiero, è la via per accedere ad una competenza educativa più profonda. Nel contesto scolastico, le storie che nascono dentro la sala psicomotoria diventano ancora più efficaci se disposte e pre-disposte a interagire con gli apprendimenti. La trasversalità del percorso non è quindi solo una possibilità, ma diventa una strada valoriale che facilita le conoscenze. Tutto ciò che nasce dal proprio vissuto corporeo diventa consapevolezza personale, ma anche contenuto trasversale, scrittura e rappresentazione. Ogni gioco è un racconto intimo e profondo, ascoltiamolo!


Nell’Assemblea Regionale del settembre 2017 è stato eletto

IL NUOVO COORDINAMENTO REGIONALE           

                          

Emilia Manzo – Coordinatrice Regionale Emilia Romagna Psicomotricista e TNPEE  Ha operato per dieci anni come Educatrice e Coordinatrice presso un nido privato di Ravenna. Collabora con l’Associazione “Dalla parte dei minori” presso la Casa del Volontariato di Ravenna.  Svolge attività didattico – formative in qualità di tutor. E’ Formatrice di educatori di nido, presso cooperative di Ravenna. E’ docente in percorsi di sensibilizzazione al gioco psicomotorio per educatori di nido, presso il Comune di Cervia ed all’interno del Progetto E.Q.U.I.P.E. realizzato da alcune cooperative di Bologna. 

Marcella Ortali Laureata in Scienze dell’Educazione, presso l’Università di Bologna. Master di Esperto nella gestione dei gruppi, presso la Facoltà di Psicologia di Bologna. Scuola di Formazione triennale in Psicomotricità di Anne Marie Wille. Formazione di Psicomotricità in acqua presso ISFAR.   Svolge progetti di Psicomotricità nelle realtà educative e scolastiche e attività presso il proprio studio: consulenza pedagogica e psicomotoria, psicomotricità individuale e di gruppo, incontri sullo sviluppo psicomotorio del bambino nel primo anno di vita, percorsi di formazione teorico pratica per i genitori e gli insegnanti.

Lucia PetroniLaureata in Scienze dell’Educazione, presso l’Università degli Studi di Bari, Aldo Moro.  Laurea in Scienze delle Formazione Primaria, presso Alma Mater Studiorum, Bologna. Specializzazione nei processi di integrazione e inclusione. Master in Psicomotricità Educativa e Preventiva presso l’ Università di Bologna Corso annuale di Formazione Permanente in Psicomotricità Educativa e Preventiva.   Lavora come Insegnante di sostegno nella Scuola Primaria, presso l’Istituto Comprensivo 15 di Bologna, svolgendo Progetti di psicomotricità educativa a preventiva finalizzati all’integrazione scolastica

 


PSICOMOTRICITA’ ED EDUCAZIONE ALL’APERTO

Il 16 settembre 2017 abbiamo realizzato il seminario: LO SGUARDO PSICOMOTORIO NELL’EDUCAZIONE ALL’APERTO che ha visto gli interventi di Lucia Carpi e Anna Ginsburg, con la presentazione del valore psicomotorio dell’attività all’aperto, ma anche delle specificità dell’approccio psicomotorio applicato a tale contesto.

 


LA MAPPATURA DEI CENTRI

A partire dal settembre 2016 abbiamo iniziato a visitare i Centri di Psicomotricità e ad intervistare i diversi colleghi, costruendo così una mappa delle offerte del nostro territorio, disponibile per la nostra utenza, ma anche per creare una rete di professionisti sul nostro territorio regionale.

 


PSICOMOTRICISTI IN RETE

Per favorire la conoscenza reciproca e sostenere la visibilità degli psicomotricisti, viene realizzata il 18 febbraio 2017  PSICOMOTRICISTI IN RETE in Emilia Romagna seminario aperto a psicomotricisti, pedagogisti, insegnanti ed educatori, in cui presentare i risultati della ricerca svolta e far conoscere le diverse esperienze in atto nel territorio.

Sono invitati diversi colleghi, che operano nella scuola con il Progetto AGIO o nei Centri di Psicomotricità, collaborando con altri professionisti per interventi multi professionali: logopedisti, psicologi, pedagogisti.

Ha aperto il Seminario la Vicesindaco di Bologna, Marilena Pillati, coadiuvata dal Responsabile innovazione e ricerca, presentando la storia di 15 anni di psicomotricità e di formazione psicomotoria nelle scuole del Comune di Bologna.

 

Ha partecipato al seminario il Presidente Nazionale Anton Maria Chiossone, presentando una relazione sulla legge 4 e sul Profilo professionale degli Psicomotricisti di ANUPI Educazione.

Hanno condotto l’incontro Emilia Manzo in qualità di Referente regionale ANUPI Educazione e Luisa Formenti Segretaria Nazionale dell’Associazione

 


LA I^ REFERENTE REGIONALE

Nel 2016 Il Direttivo Nazionale ha nominato Emilia Manzo come Referente Regionale di ANUPI Educazione Emilia Romagna, con il ruolo di coordinare il gruppo nascente, per arrivare a realizzare una Sezione Regionale ed un Coordinamento Regionale di riferimento.


COMINCIAMO AD INCONTRARCI

Nel 2015 è nato il primo nucleo regionale di ANUPI Educazione creando momenti di incontro e confronto tra psicomotricisti per sviluppare la collaborazione in ambito territoriale, per curare l’espansione e la messa in rete dell’intervento psicomotorio.

Nel 2016 ANUPI Educazione Emilia Romagna ha avviato una Mappatura degli Psicomotricisti dell’Emilia Romagna per rilevare il numero gli psicomotricisti presenti in regione, il loro ambito di intervento, i servizi proposti e l’utenza coinvolta.

Il risultato della ricerca è l’evidenziarsi di un centinaio di PSICOMOTRICISTI che lavorano sul territorio regionale, in buona parte anche a tempo pieno, suddividendo il proprio impegno tra l’attività educativo-preventiva nelle realtà educative e scolastiche e intervento libero professionale o dipendente in Centri o cooperative di servizi.

Molti Psicomotricisti non sono associati e privilegiano una dimensione di lavoro più riservata, fortemente centrata sull’utente e non sempre accompagnata dalla collaborazione  o dal confronto con altri colleghi psicomotricisti.

E’ facile incontrare psicomotricisti che operano in équipe multi professionale o come libero-professionisti, piuttosto che psicomotricisti aggregati in gruppi di categoria.


 


ANUPI Emilia Romagna   

LA RICERCA DELLE NOSTRE RADICI …

UNA STORIA CHE VIENE DA LONTANO

Associazione Nazionale Unitaria Psicomotricisti Italiani

In questa ricostruzione della storia della Sezione Regionale ANUPI Emilia Romagna, intendiamo evidenziare gli eventi e i progetti che hanno contribuito a segnare il percorso di questi 24 anni, di una realtà regionale che ha cercato di promuovere la psicomotricità e gli psicomotricisti,  attraverso seminari, gruppi di lavoro, documentazioni e progetti territoriali, anche stabilendo collaborazioni con le diverse realtà locali.

Le azioni istituzionali si intersecano costantemente con i momenti di elaborazione e documentazione, in modo da fondare una pratica che gradualmente si radica a livello territoriale, consolidata anche dalla costituzione di diverse realtà formative, che pur faticando a dialogare tra loro, creano un. patrimonio professionale che va man mano consolidandosi, arrivando ai 100 e più psicomotricisti mappati nel 2016 e che attualmente stanno diffondendo la proposta psicomotoria sul territorio regionale.

1996 – ASSEMBLEA DI COSTITUZIONE DELLA SEZIONE INTERREGIONALE ANUPI Emilia Romagna Toscana e Marche, presso la sede IFRA e nascita del I° DIRETTIVO della Sezione ANUPI Emilia Romagna Toscana e Marche. AGGIORNAMENTO NAZIONALE a Bologna “La terapia psicomotoria nell’insufficienza mentale grave

1997 – Dimissioni del Direttivo Interregionale Emilia Romagna e Marche durante l’ASSEMBLEA NAZIONALE ANUPI svolta a Milano, per la non condivisione delle scelte politiche nazionali riguardanti la creazione della nuova figura professionale del TNPEE.

1998 – Sospensione per due anni delle attività regionali per una riflessione importante, che aveva al centro l’identità professionale degli psicomotricisti e la loro collocazione futura.

1999 – ASSEMBLEA DEI SOCI presso la Sala del Baraccano in Via S. Stefano a Bologna, indetta dal Direttivo Nazionale ANUPI, per favorire la ricostituzione della Sezione Interregionale Emilia Romagna e Marche.

Nuovo DIRETTIVO INTERREGIONALE EMILIA ROMAGNA TOSCANA E MARCHE composto da Domenico Neto, che diventa il Coordinatore, Luisa Formenti ( segretaria), Roberta Conte (Forlì) Silvia Ceresini Zanella (Parma) Laura Tedde (Marche) e Kim Amelotti (Toscana)

COSTITUZIONE della SEDE REGIONALE di ANUPI presso il Centro Civico Lame, in Via Marco Polo a Bologna, nella sede del Movimento di Cooperazione Educativa ( M.C.E.)

Creazione di un GRUPPO DI LAVORO su OSSERVAZIONE E VALUTAZIONE, valorizzando il confronto tra i diversi approcci psicomotori e messa in gioco di strumenti comuni di osservazione psicomotoria.

27 giugno 1999GIORNATA SEMINARIALE: MODELLI DI LETTURA sull’osservazione e valutazione in ambito psicomotorio presso il Centro Civico Lame in Via Marco Polo a Bologna. Relatori: Cinzia Mazzoli, Paola Manuzzi, Luisa Formenti, Laura Tedde, Domenico Neto.

3 Ottobre 1999GIORNATA SEMINARIALE: LE COSTANTI E LE VARIABILI DELL’INTERVENTO PSICOMOTORIO IN AMBITO EDUCATIVO presso il Centro civico Lame in Via Marco Polo a Bologna

Dicembre 1999Creazione della DISPENSA UN PERCORSO DI RICONOSCIMENTO PER LA NOSTRA FIGURA PROFESSIONALE che raccoglie l’evoluzione normativa relativamente al riconoscimento professionale di Psicomotricisti e TNPEE

29 gennaio 2000ASSEMBLEA INTERREGIONALE a Firenze, dove NASCE LA SEZIONE REGIONALE TOSCANA  come sezione regionale autonoma, potenziando le attività sul proprio territorio.

Marzo 2000Creazione della DISPENSA CORPOINPAROLA, rassegna di numerosi articoli sui linguaggi del corpo, a cura di Paola Manuzzi.

3 giugno 2000GIORNATA NAZIONALE di AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO PER UN CONTRATTO TERAPEUTICO Bologna, Centro Civico Lame. Relatori: Fabio Comunello, Eraldo Berti, Paola Savini. Vengono presentati i materiali per l’osservazione e la valutazione in ambito clinico.

17 febbraio 2001ASSEMBLEA REGIONALE Vengono eletti nel NUOVO DIRETTIVO: Luisa Formenti, Domenico Neto, Laura Tedde e Paola Manuzzi.

In base alle dimissioni di Domenico Neto, Luisa Formenti diventa la nuova Coordinatrice Regionale ed entra nel Direttivo Regionale anche Barbara Chiri. Vengono definiti i Referenti provinciali: Giulio Magnani (Parma) Mariangela D’Ascanio (Reggio Emilia) e Antonio Fava (Piacenza)

ATTIVAZIONE dei primi LABORATORI DI PSICOMOTRICITÀ per gli STUDENTI UNIVERSITARI di Scienze della FORMAZIONE in collaborazione con la Prof.ssa Maria Grazia Contini.

Dicembre 2001GIORNATA SEMINARIALE PSICOMOTRICITA’ IN RETE: PER UNA CULTURA DEL GIOCO per incentivare l’intervento psicomotorio in ambito socio educativo, in collegamento  con il Gruppo Nazionale Anupi per la Progettazione in Ambito Socio Educativo. Relatori: Giuseppe Nicolodi, Paola Manuzzi, Anton Maria Chiossone, Luisa Formenti. La giornata attiverà connessioni interessanti tra gli psicomotricisti presenti, anche in vista di progetti territoriali futuri.

ATTI DEL SEMINARIO PSICOMOTRICITA’ IN RETE, a cura di Paola Manuzzi, materiali che contribuiranno all’ispirazione del testo a più mani Psicomotricità Educazione e Prevenzione.

ASSEMBLEA DEI SOCI Entrano in DIRETTIVO REGIONALE  Sabrina Raimoldi, Michela Cadamuro ad affiancare Luisa Formenti e Barbara Chiri, considerate le dimissioni in itinere di Manuzzi, Ceresini e Tedde.

Maggio 2003 – la Sezione ANUPI Emilia Romagna aderisce alla CONSULTA REGIONALE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Vengono realizzati incontri con i Responsabili regionali dell’Assessorato alla Salute, per far conoscere la figura professionale del Terapista della Neuro e Psicomotricità e richiedere l’attivazione del Corso di Laurea Triennale.

Attivazione del COORDINAMENTO PSICOMOTRICISTI A BOLOGNA aperto a tutti i colleghi psicomotricisti che lavorano sul territorio bolognese, appartenenti o meno all’Associazione.

2003 – Creazione della CONVENZIONE ANUPI e COMUNE DI BOLOGNA per la partenza del PROGETTO A.G.I.O. (Ascolto Gioco Integrazione Osservazione), per la prevenzione del disagio e la promozione del benessere nelle scuole dell’infanzia bolognesi. Il progetto, totalmente finanziato dal Comune di Bologna, vede la partecipazione di 12 psicomotricisti all’interno delle scuole comunali e statali.

I^MAPPATURA DEI SOCI realizzata dai membri del Direttivo Regionale, per sviluppare una maggiore conoscenza della situazione presente nei vari territori e dell’evoluzione della professione nei diversi ambiti. L’elaborazione di questo lavoro viene pubblicato sulla Rivista ANUPI ed è allegata in questa sezione tematica.

2005 – GIORNATA SEMINARIALE L’INSTABILITA’ PSICOMOTORIA Relatori: Andrea Giammarco e Claudio Buccheri. La giornata è condotta con modalità partecipative, stimolando il confronto professionale sull’intervento terapeutico rivolto ai bambini ed alle famiglie.

ASSEMBLEA DEI SOCI – Viene eletto un nuovo DIRETTIVO INTERREGIONALE composto da Luisa Formenti, Barbara Chiri, Michela Cadamuro, Andrea Giammarco e Claudia Boni. Il Direttivo è composto totalmente da colleghi bolognesi, anche per facilitare una continuità nel lavoro. Non sono presenti colleghi delle Marche, che quindi non sono rappresentate.

Continuano i lavori del COORDINAMENTO PSICOMOTRICISTI A BOLOGNA, che dopo aver lavorato a favore della realizzazione del PROGETTO A.G.I.O., comincia a confrontarsi sui diversi modelli di riferimento per la pratica educativa e sulla prevenzione secondaria. Viene attivato il confronto sull’utilità di interventi ulteriori rispetto a quelli educativi, da svilupparsi all’interno di CENTRI dedicati all’AIUTO E AL SUPPORTO ALLO SVILUPPO e rivolgendosi ai bambini che presentano disagi e difficoltà nella crescita e nelle relazioni.

2006USCITA per ERICKSON DEL LIBRO PSICOMOTRICITA’ EDUCAZIONE E PREVENZIONE realizzato da Gruppo Nazionale ANUPI per la Progettazione Psicomotoria in ambito socio educativo, che intende porre le basi dell’intervento educativo e preventivo, mettendo in dialogo i diversi approcci psicomotori. Il testo vede la collaborazione di colleghi di diverse realtà italiane: Claudio Buccheri, Ferruccio Cartacci, Donata Castiello, Anton Maria Chiossone, Patrizia Coppa, Luisa Formenti, Andrea Giammarco, Paola Manuzzi, Giuseppe Nicolodi e Maria Piscitello.

DISPENSA DI PRESENTAZIONE DEL TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA’ DELL’ETA’ EVOLUTIVA a cura del Direttivo  RACCOLTA DI FIRME a sostegno dell’affermazione del TNPEE nella nostra Regione, che ha coinvolto diversi professionisti che operano in ambito Sanitario, nonchè rappresentanti istituzionali ed associativi. Partono i primi concorsi, a Bologna e Imola, per l’ASSUNZIONE DEI TNPEE all’interno dei Servizi di Neuropsichiatria delle Aziende Sanitarie Locali.

USCITA CON ERICKSON DEL LIBRO PSICOMOTRICITA’ A SCUOLA  che presenta il PROGETTO A.G.I.O. nei suoi significati, contenuti e strumenti. Nel testo è inserita anche la documentazione relativa al Progetto A.G.I.O. bolognese, con interventi di Giuseppe Nicolodi, Claudia Fazzioli, Graziana Ferlini, Gabriele Ventura e Paola Vassuri.

ASSEMBLEA NAZIONALE ANUPI a Bologna. Presentazione della scelta di orientarsi verso Sezioni regionali autonome, superando le Sezioni Interregionali. Il Direttivo regionale decide di accogliere questo orientamento trasformandosi in Sezione Emilia Romagna, per superare una dimensione interregionale eccessivamente estesa e per stimolare l’iniziativa autonoma dei colleghi marchigiani, che ormai hanno raggiunto un numero adatto per poter costituire una sezione regionale.

2009 – ATTIVAZIONE del MASTER in PSICOMOTRICITA’ EDUCATIVA E PREVENTIVA, Convenzione tra Università degli Studi di Bologna e ANUPI, La Direzione del Master è a cura del Prof. Roberto Farnè ed il Coordinamento Tecnico Scientifico a cura della Prof.ssa Paola Manuzzi.

2010REALIZZAZIONE DEL SITO WEB ANUPI comprendente non solo pagine nazionali, ma anche spazi regionali, per poter attivare maggiori connessioni tra gli psicomotricisti territoriali e potenziare le informazioni rivolte all’utenza. Messa in rete dei progetti, creando uno spazio web associativo che tenda a valorizzare le diverse proposte presenti sul territorio

Collaborazione con il II° MASTER in PSICOMOTRICITA’ EDUCATIVA E PREVENTIVA curando come Sezione Regionale ANUPI, l’Area Tirocini attraverso l’attivazione di una rete  di colleghi disponibili ad accogliere i tirocinanti all’interno dei progetti psicomotori realizzati nelle scuole e nei centri di psicomotricità Cinzia Mazzoli, Barbara Chiri, Claudio Buccheri, Luisa Formenti e Andrea Giammarco.

Preparazione del Congresso Nazionale ANUPI di Riva del Garda, del 2012, con l’intento di far emergere in modo chiaro i due campi di intervento della psicomotricità, quello maggiormente terapeutico e riabilitativo, curato dai TNPEE e quello educativo e preventivo curato dagli PSICOMOTRICISTI.

Attivazione a Bologna della FORMAZIONE PERMANENTE IN PSICOMOTRICITAEDUCATIVA e PREVENTIVA, che offre agli studenti, agli psicomotricisti e ai TNPEE, una possibilità di completamento formativo in ambito educativo e preventivo, ma anche uno spazio di formazione personale ed aggiornamento per chi intende proseguire la propria formazione.

Attivazione del Centro di Documentazione e Formazione Psicomotoria Il centro è stato realizzato in Via Libia 53, Bologna.. E’ uno spazio di formazione e consulenza per i soci, per gli studenti, le famiglie, gli Enti, luogo dove raccogliere la documentazione dell’esperienza psicomotoria territoriale e nazionale.

Il centro offre informazioni sulle proposte territoriali e sui professionisti disponibili sul territorio.