GIOCARE E’ UN DIRITTO

Pubblicato il

Il diritto al gioco è possibilità di conoscenza, di apertura all’altro, di sperimentazione, di elaborazione delle capacità intellettive, giocare è apprendimento.

Ripartire vuol dire oggi più che mai mettere al centro delle attività del bambino attività ludiche che in questo momento storico assumono un valore ancora più evidente dopo un lungo periodo di immobilità.

Come si può conciliare il bisogno di sicurezza al diritto al gioco?

Giocare in sicurezza, con l’ausilio di protocolli sicuri che possano essi stessi essere trasformati in gioco, è diventato un passo fondamentale che concilia bisogno profondo dei bambini e delle bambine con il diritto alla salute.

 

Giocare le paure, le emozioni, le attese, che hanno caratterizzato questo periodo è una via di trasformazione e di accesso ad altre attività formative. Il lavoro presentato non solo spiega come la psicomotricità si colloca in un processo evolutivo, ma si pone come possibilità di cambiamento nelle diverse fasce di età della vita, esplicitando la specificità della proposta psicomotoria.

In questi mesi come Associazione siamo stati presenti in modo diverso, ma sempre in movimento.

Nella nostra regione è nato il Gruppo Comunicazione ANUPI Educazione Emilia Romagna, con l’intento di trasmettere il valore della psicomotricità e favorire la trasmissione delle diverse esperienze su tutto il territorio regionale.

PDF > Ripartiamo

Il Gruppo ha voluto creare un documento in uso per tutti i soci, atto a sostenere la ripartenza in un momento così difficile per tutti noi. Il documento è visibile cliccando la parola Ripartiamo e scaricabile dal link sottostante.

Potete stamparlo, attaccare i riquadri nei vostri studi, utilizzarlo per sostenere il vostro lavoro!

 

La Coordinatrice Regionale

ANUPI Educazione Emilia Romagna

Lucia Petroni

 

 

           VIDEO >> RIPARTIAMO!

Scarica